Maggie Siner


 

Aprile 2018

L'artista americana Maggie Siner concepisce l'esperienza della pittura come un processo in continuo sviluppo, in cui la riflessione sulla percezione visiva si affianca all'accurata ricerca tecnica e allo studio della tradizione storico-artistica.
La singolare elaborazione formale delle sue opere trova le basi nella sperimentazione cromatica e nella ricercata tavolozza incentrata sui colori dello spettro luminoso. I pigmenti saturi e puri aumentano la loro intensità cromatica in contrapposizione alle ampie stesure dei grigi, mentre l'accostamento dei colori complementari concorre a creare la vibrazione luminosa, fino a giungere alla massima intensità nel bianco materico.
Gli oggetti e gli elementi della realtà divengono protagonisti per le loro caratteristiche otticoformali e per la suggestiva “bellezza” che le qualità tonali e il movimento della luce sono in grado di rievocare.
Ogni motivo può divenire soggetto di una serie di opere in virtù delle infinite suggestioni visive che può comunicare. I letti disfatti, i vestiti, le tavole apparecchiate, le figure riprese nell'intima quotidianità permettono a Maggie Siner di ricreare il processo della visione selezionando contrasti chiaroscurali, forme e riflessi.
L'articolata struttura delle pieghe delle lenzuola o l'incresparsi agitato delle vesti si contrappongono alle forme ampie e rigonfie dei cuscini, alle superfici piane e distese delle pareti, alle volumetrie degli oggetti, al movimento plastico dei corpi. Tra le campiture di colore si intravedono appena i segni della struttura di base, traccia dell'intuizione originaria che ha dato avvio alla realizzazione dell'opera.
Ampie pennellate costruiscono i piani e i volumi, mentre piccoli tocchi frantumano e rompono l'unità formale creando movimento e vibrazioni luminose. Così in opere quali Putti
Waves, Putti Whisper o Heads Together, le figure di putti e di cherubini animano gli spazi con la freschezza e la leggerezza delle forme dei corpi e delle loro torsioni sulle sfere dorate.
La gestualità libera e giocosa esalta un virtuosismo tecnico pronto a cogliere il dinamismo della percezione ottica e a restituire tutta la vitalità dell'esperienza visiva.
Le tele di Maggie Siner sorprendono per la velocità esecutiva e per la freschezza delle stesure cromatiche capaci di creare un evento visivo tramite l'orchestrazione delle luci e delle ombre, dei pieni e dei vuoti. La precisione del gesto pittorico non lascia trapelare alcun pentimento, esprimendo una naturale spontaneità che dissimula la fatica di un processo creativo fatto di continue aggiunte e raschiature di colore. La rapidità dell'esecuzione deriva da un lento percorso di interiorizzazione del gesto che determina la forma come una scrittura ideografica.
La sicura gestualità è tesa verso una sintesi formale capace di cogliere la totalità della visione nel riquadro definito e circoscritto della tela. Il limite quadrangolare del supporto infatti diviene lo spazio in cui si manifesta l'azione pittorica per “mettere in scena” un evento visivo.
L'intuizione emotiva iniziale spinge l'artista a selezionare e a organizzare la moltitudine delle percezioni, per cui l'esito pittorico acquista una sua completa autonomia quale singolare e unica esperienza estetica. La costante dedizione alle specificità intrinseche della pittura deriva anche dal continuo processo di assimilazione e di rielaborazione delle numerose influenze che segnano il suo lungo percorso artistico: dal tonalismo della tradizione veneta, alle ricerche luministiche dei grandi pittori fiamminghi, alle suggestioni ottiche impressioniste, agli esiti gestuali dell'espressionismo astratto americano. L'attenzione verso la materialità del colore e l'ostentazione del tratto espressivo individuale fanno della pittura un'esperienza visiva che è in grado di rinnovarsi nella continuità con il passato e nel rapporto diretto con il reale.


Roberta Gubitosi - marzo 2018

 


- note biografiche


Arkè - Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea - San Marco 3211 - Venezia 30124 - tel-fax 0415224372 - cell 347.7158548 - email: g_rizzetto@hotmail.com - facebook

Privacy Policy - Cookie Policyweb: Luca De Luigi